IL TFN (Tax File Number)

Cominciare a lavorare in Australia significa anche prendere confidenza con il suo sistema fiscale.

Tra le varie cose da fare all’arrivo, una delle più importanti è richiedere il Tax File Number (TFN). Paragonabile per certi aspetti al nostro Codice Fiscale, il TFN non è altro che un codice numerico univoco, personale e vitalizio, indispensabile ai fini fiscali ma molto importante anche per tante altre pratiche amministrative e senza il quale non è possibile lavorare legalmente, come dipendenti, in Australia.

 

Il TFN è gratuito e viene rilasciato dall’Australian Taxation Office (ATO): può essere richiesto in modo molto semplice e veloce online (http://iar.ato.gov.au) o presso uno degli uffici ATO presenti in ogni città australiana. Riceverai il tuo TFN entro 28 giorni all’indirizzo indicato nella richiesta.

 

Per praticare come lavoratori autonomi è invece necessario l’Australian Business Number (ABN), l’equivalente alla nostra Partita Iva, da richiedere sempre online o presso gli uffici ATO.

PAGARE LE TASSE

Un altro concetto importante è quello di residenza fiscale.
Per essere considerati residenti per finalità fiscali (resident for tax purposes) è necessario lavorare in Australia per almeno 6 mesi (183 giorni). Essere “resident for tax purposes” significa anche essere esentasse sotto la soglia dei 18.200$ di guadagno annuale.
Se la tua intenzione è quella di viaggiare e non lavorare per più di sei mesi, sarai considerato non “resident for tax purposes” e sarai assoggettato a una tassazione molto più alta, qualsiasi sia il tuo guadagno annuale.

 

Nel momento in cui inizierai a lavorare, il datore di lavoro Australiano ti consegnerà un modulo (Employee Declaration Form) in cui dovrai dichiarare se sei residente per finalità fiscali o meno. Da questa dichiarazione dipenderanno ovviamente le trattenute sul tuo stipendio.

 

L’anno fiscale in Australia corre dal 1 Luglio al 30 Giugno dell’anno successivo.
Al termine dell’anno fiscale ogni datore di lavoro è tenuto a fornire ai propri dipendenti (normalmente entro le due settimane successive la fine dell’anno fiscale) il cosiddetto “PAYG Summary”, vale a dire una dichiarazione dello stipendio percepito durante l’anno e il totale delle tasse trattenute. Una volta ricevuto questo documento fondamentale è possibile compilare la dichiarazione dei redditi, chiamata in “Australia Tax Return”.
Il Tax Return – da completare entro la fine del mese di Ottobre – può essere effettuato gratuitamente online tramite il servizio E-tax messo a disposizione dall’Australian Taxation Office (grazie a E-tax il Tax return si può effettuare anche dopo aver lasciato l’Australia, nel caso in cui ad esempio si lasci il paese prima della fine dell’anno fiscale). E’ anche possibile recarsi presso uno degli uffici ATO, dove alcuni addetti ti aiuteranno, sempre gratuitamente, con la compilazione della dichiarazione.
In alternativa, se la tua dichiarazione dei redditi è più complessa e articolata, potrai affidarti a uno dei tanti Accountants/Tax Agents, che compileranno per tuo conto il Tax Return. Le tariffe si aggirano normalmente sui $100-150 AUD.

 

In Australia non solo i lavoratori autonomi ma anche i dipendenti possono scaricare le spese effettuate per motivi di lavoro (trasporti, acquisto materiale, uniformi, telefono ecc.). Ti consigliamo per questo motivo di conservare ogni evidenza/ricevuta di spese inerenti alla vostra professione.

Rimborso o esenzione parziale della Medicare Levy

Non tutti sanno che è possibile richiedere anche la “Medicare Levy Exemption or Reduction”. Sebbene, infatti, Medicare dia accesso gratuito alla sanità pubblica, ogni contribuente paga questo servizio sanitario attraverso l’imposta Medicare Levy, che attualmente è il 2% del reddito imponibile annuo.

 

Noi Italiani abbiamo diritto a Medicare esclusivamente per 6 mesi a ogni ingresso in Australia. Nel caso in cui non si esca dal paese e Medicare non venga rinnovato (per approfondire questo argomento puoi visitare la pagina del nostro sito dedicata a Medicare) è possibile chiedere un rimborso/esenzione parziale della Medicare Levy per i giorni/mesi in cui non si ha avuto diritto al servizio.

 

Per richiedere l’esenzione è necessario consegnare (o spedire) presso gli uffici Medicare un apposito modulo (reperibile sul sito Medicare, negli uffici Medicare o presso gli uffici ATO) unitamente a copie certificate del passaporto e delle pagine contenenti i timbri di ingresso in Australia. Medicare ti invierà una certificazione relativa al tuo diritto ad essere esentato parzialmente o totalmente dalla Medicare Levy. Questo documento deve essere necessariamente allegato al Tax Return per richiedere l’esenzione. Nel caso in cui il Tax Return sia già stato effettuato, è comunque possibile consegnare o spedire all’ATO un modulo di rettifica del Tax Return stesso, a cui allegare la dichiarazione di esenzione di Medicare. Qualora ne abbia diritto, l’ATO provvederà a rimborsarti entro alcune settimane.