LA TUA AVVENTURA IN AUSTRALIA PARTE DA QUI! CONTATTACI!

Accettazione informativa sulla Privacy

Aprire un'attività IN AUSTRALIA

Sono tanti gli italiani che decidono di trasferirsi e aprire un’attività in Australia.
Tra i business più gettonati troviamo sicuramente le attività di ristorazione; il numero di ristoranti, pizzerie, gelaterie e caffetterie italiane sta crescendo molto rapidamente e non solo nelle grandi città. Insomma sappiamo tutti molto bene quanto la cucina italiana sia apprezzata in tutto il mondo e, ovviamente, la sua popolarità è arrivata fino in Australia!

Aprire una vineria in Australia
Aprire un negozio in Australia
Aprire una pizzeria in Australia

Le attività di ristorazione non sono le uniche scelte dagli italiani che decidono di investire in Australia, molti infatti sono gli investimenti nei campi dell’agricoltura, del turismo, delle costruzioni, della moda, della tecnologia e così via.

L’Australia attira investitori di ogni tipo dai piccoli privati, liberi professionisti che decidono di trasferirsi in Australia, alle grandi multinazionali che optano per filiali oltreoceano.

 

Ma come mai molti Italiani decidono di investire proprio dall’altra parte del mondo? Sarà forse perché l’economia australiana, in controtendenza rispetto al resto del mondo, sta crescendo ed è stabile,  sarà che le possibilità di avviare un business di successo sono alte, considerando che alcune aree urbane sono ancora in pieno sviluppo, che la burocrazia è semplice, il mercato del lavoro dinamico e la tassazione molto più bassa rispetto all’Italia.

I visti per aprire un'attività in Australia

Per aprire un’attività in Australia, i futuri imprenditori devono prima di tutto ottenere un visto che dia la possibilità di avviare un business.

 

Il visto business più diffuso è il “Business Innovation and Investment visa (subclass 188)“, un visto temporaneo valido 4 anni.

Per richiedere questo visto bisogna inviare una “expression of interest” (EOI) ed aver poi ricevuto l’invito ad applicare per il visto attraverso il programma “SkillSelect“. Bisognerà illustrare il proprio piano imprenditoriale e l’ottenimento del visto passa attraverso un’attenta e rigida valutazione della condizione, non solo personale, ma soprattutto economica e finanziaria dell’aspirante imprenditore da parte del governo Australiano.

 

Il visto si divide in 3 diversi percorsi:

  • Business Innovation stream: per le persone, con meno di 55 anni, con esperienze passate di successo  in attività commerciali o professionali che vogliono sviluppare e gestire una nuova o esistente impresa in Australia.
  • Entrepreneur stream: per le persone che hanno ricevuto un finanziamento di almeno $200.000 AUD da una terza parte per intraprendere un attività imprenditoriale per la commercializzazione di un prodotto/servizio o lo sviluppo di un business in Australia.
  • Investor stream, Significant Investor stream e Premium Investor stream: per investitori che vogliono investire ingenti capitali in Australia.

Grazie al “Business Innovation and Investment visa (subclass 188)” avrai la possibilità di:

  • aprire un’attività commerciale/professionale o investire in Australia
  • viaggiare dentro e fuori dal paese senza limiti per tutta la durata del visto
  • portare con te famigliari (partner e figli), i quali potranno lavorare e/o studiare
  • richiedere la residenza permanente attraverso la “Business Innovation and Investment (Permanent) visa (subclass 888)” se si soddisfano i requisiti.

 

Se si è fuori dal territorio australiano, suggeriamo, prima di avviare tutte le pratiche per l’apertura della nuova un’attività, di fare delle visite preliminari sul territorio per capire meglio, non solo la società e la cultura australiana, molto diverse da quelle a cui siamo abituati, ma iniziare a familiarizzare con prezzi, burocrazia, normative, ecc.
Per far ciò basta richiedere una “Visitor visa – Business Visitor stream“, ossia un visto temporaneo con validità di tre mesi che dà la possibilità a chi vuole aprire un business o investire in Australia di entrare nel paese e “tastare il terreno”.

I primi passi per aprire un'attività in Australia

Consulenza Finanziaria in Australia
Aprire un'attività in Australia - Contratto

L’Australia è un paese molto caro, quindi prima di avviare un’attività è indispensabile procedere con un’attenta stesura di un business plan che includa tutti i costi e le spese per prodotti, locali, spese legali, ecc.

 

Inoltre richiedere una consulenza finanziaria, anche se si è piccoli imprenditori, è indispensabile per stabilire rischi e obiettivi dell’attività, studiare la concorrenza, valutare redditività, stabilità e liquidità.

 

Poi bisogna aprire la propria attività, scegliendo tra le varie strutture commerciali disponibili, tra le più usate troviamo:

  • Sole Trader: impresa individuale costituita da una sola persona che svolge tutta l’attività sotto in suo nome o sotto una denominazione sociale registrata
  • Partnership: società che prevede dai 2 ai 20 soci che gestiscono l’attività insieme dividendosi investimenti e profitti in base a delle quote associative
  • Company: una società vera e propria con uno statuto sottoscritto da tutti i soci che ne stabilisce regole e organizzazione.

Ogni attività, oltre al TFN (Tax File Number), a seconda della struttura commerciale, deve richiedere il proprio ACN (Australian Company Number) o ABN (Australian Business Number), codice identificativo che serve a semplificare la comunicazione e i rapporti tra imprenditori e governo australiano, una sorta di nostra Partita IVA.
Per sapere come richiedere l’ACN visita la pagina: ASIC for Business – Starting a company mentre per la registrazione dell’ABN vai su: ABR for Business – Apply for an ABN.

 

Registrare la denominazione sociale e i marchi della nuova impresa, richiedere eventuali licenze e permessi per avviare l’attività, registrasi per la GST (Goods and Service Tax), in caso si abbia un giro d’affari annuale superiore ai $75,000 AUD e informarsi sul regime fiscale a cui si è soggetto sono gli ulteriori passi obbligatori da compiere.

 

Se hai bisogno di aiuto per aprire un’attività in Australia, contattaci per una consulenza gratuita!