LA TUA AVVENTURA IN AUSTRALIA PARTE DA QUI! CONTATTACI!

Accettazione informativa sulla Privacy

Il South Australia

Il South Australia, la regione più arida dell’Australia, si trova nella parte centro-meridionale dell’isola.
Il clima è caratterizzato da estati calde e inverni abbastanza miti. La vicinanza dell’Outback – l’entroterra australiano – causa una notevole escursione termica fra giorno e notte, perciò nei mesi invernali le temperature minime possono raggiungere i 5°C. La capitale del South Australia è Adelaide, una città accogliente, vivace e a misura d’uomo.

 

La regione è famosa per la produzione vinicola, la ricca fauna, il litorale selvaggio e l’autentico gioiello di Kangaroo Island.

Adelaide e la perla del sud: Kangaroo Island

Pellicani in South Australia
Remarkable Rocks in South Australia
Foche in South Australia

La capitale dello Stato sud australiano – Adelaide – è caratterizzata da un clima mediterraneo ed è situata in una posizione meravigliosa tra il mare e le morbide colline, su cui si adagiano i suoi verdi sobborghi.

 

Ti consigliamo di cominciare la tua visita con una passeggiata ai Giardini Botanici per ammirare la ricchissima flora locale e per degustare gli squisiti vini della regione al National Wine Center, con il favoloso canto dei kookaburra (dacelo) in sottofondo. Prosegui lungo North Terrace e da qui lungo gli argini del fiume Torrens, luogo ideale per passeggiate, giri in bicicletta e in pedalò che ospita il Central Market, dove si possono acquistare prodotti locali o internazionali.

 

Città universitaria molto importante, Adelaide è un centro dinamico, giovane e ricco di pub (particolarmente meritevoli in Rundle Street) e ottimi ristoranti etnici (in Gouger Street) dove conoscere i mille sapori delle cucine di svariati angoli del globo.

 

Adelaide offre numerose attrazioni per gli amanti dell’arte, della storia e delle scienze naturali. Consigliamo la visita dei numerosi musei (South Australian Museum, Migration Museum, Adelaide Gaol, Art Gallery of South Australia) e dell’Adelaide Zoo lungo la già citata North Terrace. Merita senz’altro una visita il Tandanya National Aboriginal Cultural Institute per un’immersione nell’affascinante cultura del popolo aborigeno.

 

Nessuna visita ad Adelaide può dirsi completa senza un bagno a Glenelg, la più famosa e frequentata spiaggia della regione, situata a 8 km da Adelaide, percorribili in tram; non perdere qui la fantastica possibilità di nuotare con i delfini prenotando un’escursione con una compagnia locale. Se ami gli animali, ti consigliamo fortemente una visita al Cleland Wildlife Park – che si trova sulle Adelaide Hills a soli 20 minuti di bus dal centro della città – dov’è possibile conoscere la fauna australiana al gran completo e accarezzare canguri e koala.

 

Dal Mt. Lofty Lookout – situato a pochi minuti da Cleland e dal rilassante Morialta Conservation Park – puoi godere di una vista spettacolare della città e delle colline che la abbracciano.

 

Il South Australia è definito “The Festival State” perché Adelaide ospita numerosi festival (l’Adelaide Fringe Festival e WOMADelaide fra tutti) e, per gli amanti dello sport, viene organizzata una grande corsa automobilistica, la Clipsal 500 V8.

 

Adelaide costituisce la principale porta di accesso verso l’Outback. Infatti, il Ghan – il treno che taglia a metà l’Australia da sud a nord – ti offre la possibilità di viaggiare fino a Darwin, passando per Alice Springs, percorrendo l’affascinante e mistico deserto rosso australiano.

 

Scendendo verso sud per una quarantina di km arriverai a Cape Jervis, dove si trova il terminal dei traghetti per una delle mete più amate dai turisti di tutto il mondo: Kangaroo Island. In soli 45 minuti di traghetto sbarcherai in un piccolo porto dalle pulitissime acque turchesi su un’isola meravigliosa, incontaminata, abitata da numerose specie di animali autoctoni come canguri, wallaby, koala, echidna, varani, ornitorinchi, pinguini, foche, balene.

 

Kangaroo Island vanta numerose spiagge dalla sabbia finissima, facilmente raggiungibili da ogni punto dell’isola, lunga circa un centinaio di km. Ti consigliamo l’imperdibile Strokes Bay, dove per accedere alla splendida spiaggia dall’acqua placida e cristallina, dovrai attraversare un piccolo tunnel scavato nella roccia. Un’altra favolosa spiaggia, che puoi contemplare anche dall’alto del Constitution Hill, è Snelling Bay. Nelle acque che bagnano questa perla dell’oceano del sud, nuotano circa 230 specie marine e vi sono numerosi relitti storici che potrai esplorare facendo snorkeling o immersioni subacquee guidate, con la possibiltà di noleggiare l’attrezzatura presso le numerose compagnie locali.

 

Se sei un appassionato di sport, Kangaroo Island è il posto ideale perché offre attività di ogni tipo: sand boarding (sulle dune del Little Sahara), kayaking, l’immancabile surf ed escursioni per la pesca con partenza da Kingscote, Emu Bay o American River, pittoresco villaggio della parte orientale dell’isola caratterizzato da una vasta laguna dove i pellicani si contano a centinaia.

 

Lungo la strada principale che taglia l’isola a sud fermati al Seal Bay Conservation Park, imperdibile highlight di quest’isola meravigliosa, dove si possono vedere i leoni marini australiani che trovano riparo sulla spiaggia e si riposano dopo estenuanti battute di pesca.

 

Continua in direzione ovest sulla South Coast Rd per scoprire le spettacolari grotte del Kelly Hill Conservation Park e raggiungi quindi l’estremità sud-occidentale dell’isola dove potrai ammirare le incredibili Remarkable Rocks, grandi formazioni rocciose plasmate dal vento e dall’acqua, dalle forme e colori irreali. A Cape du Couedic troverai una lunga passerella che ti porterà dalle Remarkable Rocks verso il magnifico Admirals Arch, un enorme arco naturale formato dall’erosione delle onde. Cape du Coudeic ospita anche una grande colonia di foche neozelandesi (New Zealand fur seals).

Altre cose da visitare nel South Australia

Tour con Squalo Bianco in Australia
Barossa Valley in South Australia
Foche in Baird Bay Australia

Il South Australia è un’importante zona vinicola, qui si produce il 50% del vino della nazione.
70 km a nord-ovest di Adelaide trovate la Barossa Valley e a meno di 40 km a sud la McLaren Vale. In queste due regioni celebri per i loro vini è possibile visitare le cantine degustando vini di ottima qualità.

 

Questo Stato è un vero e proprio paradiso per la fauna autoctona. Qui infatti, è possibile vedere da vicino alcuni degli animali simbolo dell’Australia come koala, canguri ed emù, ma anche foche, delfini, squali e balene. Vi sono numerosi parchi naturali in tutto il territorio sud australiano, ideali per gli amanti della natura e delle escursioni all’aria aperta.

 

Lasciando Adelaide e scendendo 60 km in direzione sud, lungo la costa occidentale della Fleurieu Peninsula arriverai alla meravigliosa spiaggia bianca di Carrickalinga, ritenuta dai locali la più bella spiaggia dello Stato.

 

Il Parco Nazionale del Coorong, è invece situato all’estremità sud-orientale della Fleurieu Peninsula, 156 km a sud di Adelaide, punto di passaggio obbligato sulla via per Melbourne via Great Ocean Road, popolato da maestosi pellicani e impreziosito da lagune salate dai colori quasi irreali che rendono il paesaggio davvero magico.

 

Sulla costa orientale della Fleurieu Peninsula, nel Granite Island Recreation & Nature Park potrai avvistare piccoli e simpaticissimi pinguini che ritornano nelle loro tane al tramonto dopo una giornata di pesca. L’isola è collegata alla cittadina di Victor Harbour e si può raggiungere con un tram trainato da cavalli. Nei mesi invernali consigliamo di fare una sosta per vedere le balene franche australi di passaggio, ben visibili da numerosi e ben segnalati punti di osservazione, detti lookout.

 

Procedendo invece verso nord, lasciandoti alle spalle Adelaide lungo la costa, raggiungerai in tre ore di viaggio Port Augusta e da qui l’Eyre Peninsula, luogo famoso per le numerose attività di snorkeling e diving alla scoperta dei fondali e della fauna marina locale. A Port Lincoln, punta meridionale della penisola, avrai la possibilità di nuotare con socievoli leoni marini e con enormi tonni. Per i più temerari amanti del mare e delle emozioni forti, consigliamo una gita alle vicine Neptune Islands, dove vivere l’emozionante esperienza dello “shark cage diving”, un’immersione in gabbia protettiva con il grande squalo bianco, in compagnia di biologi marini esperti e in tutta sicurezza, con partenza da Port Lincoln. Proprio a Port Lincoln sono state girate alcune scene del celeberrimo e famigerato film “Lo Squalo” di Spielberg (1975).

 

Da non perdere all’estremità occidentale dell’Eyre Peninsula il villaggio di Baird Bay, che dista circa 3 ore da Port Lincoln e dove avrete la possibilità di vivere un emozionante eco-tour nuotando con leoni marini e delfini. Tra Maggio e Ottobre è possibile assistere alla spettacolare migrazione delle balene franche australi (southern right whales) lungo tutta la costa sud in direzione Head of the Bight, 400 km a ovest di Baird Bay verso il Western Australia.

 

Il periodo tra Maggio e Agosto invece è il migliore per recarsi a Whyalla, la capitale mondiale delle seppie, per nuotare o fare immersione con queste meravigliose e intelligenti creature; distante solo 76 km da Port Augusta, Whyalla è bagnata dalle acque tranquille della parte più settentrionale del Golfo Spencer.

 

Lasciandoci ora l’oceano del sud alle spalle e puntando dritto verso l’interno del sud australia, raggiungiamo la destinazione ideale per gli amanti della montagna: il Flinders Ranges National Park – noto per la sua importanza culturale, oltre che geologica – ospita la catena montuosa più estesa dello Stato. Ideali per fare bushwalking sono i sentieri del Mt Remarkable National Park, situato nella parte meridionale delle Flinders Ranges. Recatevi quindi all’Alligator Gorge, una spettacolare gola raggiungibile con una semplice camminata di un’ora e trenta. Per escursionisti più avventurosi e preparati consigliamo la scalata verso il Devil’s Peak che offre un panorama spettacolare su Port Augusta e il Lago Torrens.

 

Continuando verso nord per qualche centinaio di km lungo la strada per il Red Center e il Northern Territory, il paesaggio si trasforma, il mare è ormai lontano e il deserto comincia a rapirti con le sue luci e le sue mille sfumature di rosso; qui consigliamo una sosta per visitare la capitale mondiale dell’opale, Coober Pedy, multietnica cittadina caratterizzata dalle miniere e dalle insolite abitazioni sotterranee. Il paesaggio lunare intorno alla cittadina ha ospitato le riprese cinematografiche di film quali “Red Planet”, “Ground Zero” e “Pitch Black”.